Intelligenza artificiale e SEO nel 2018: a che punto siamo?

Intelligenza artificiale e SEO… inutile dire che da qui a breve giocherà un ruolo ancora più fondamentale nel business online di tutti noi. In questo Guest post ho chiesto a Stefano Ukundu di Ranking coach di fare il punto su quanto secondo il loro trascorso ha da raccontare.

Eccotelo servito.

Il mondo della SEO è in continua evoluzione e l’introduzione della AI (Artificial Intelligence ovvero Intelligenza Artificiale) è certamente tra i fattori che si trovano a giocare un ruolo sempre più rilevante.

Questa evoluzione ha avuto un grande impatto quando Google ha introdotto l’algoritmo di ricerca RankBrain, che sorpassando di molto le previsioni di Google, si è confermato recentemente come ​uno dei fattori principali per determinare il posizionamento, dopo i contenuti e i link.

Ok, ora forse ti starai domandando… Cos’è RankBrain?

RankBrain è una forma di Intelligenza Artificiale che fa parte dell’algoritmo di Google e offre assistenza nella ricerca di risultati. ​Si tratta di un programma che aiuta a ordinare le pagine trovate inizialmente quando si effettua una ricerca. Il suo compito è quello di determinare quali sono le pagine più rilevanti per il termine di ricerca digitato nella barra.

Ciò che lo rende particolare è il fatto di essere in grado di adattare i risultati anche in base al contesto.

Così, ​a seconda dell’uso di una parola in una frase, esso può determinare quale sua forma si sta usando. ​Un’altra caratteristica che contraddistingue RankBrain dagli altri metodi usati per determinare quale dovrebbe essere il risultato dato e in che ordine, è la sua capacità di apprendimento.

Nel corso del tempo, genera per la stessa domanda risultati sempre più accurati, restringendo così la lista di ciò che potrebbe essere utile all’utente.

Hey tu!, si proprio tu… Vuoi saperne di più su Rank Brain?
Leggi l’approfondimento: Rank Brain: Conosci il cervello di Google e posiziona il tuo sito web.

AI – intelligenza artificiale – uno degli usi più interessanti

Al giorno d’oggi l’AI gioca diversi ruoli nell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Le ricerche per immagini ad esempio rappresentano oltre il ​22% delle query di ricerca, e sono attualmente un uso primario dell’AI.

Ad esempio il motore di ricerca Bing, una volta che viene inserita un’immagine (un fiore), propone automaticamente maggiori informazioni relative ad essa (il nome, il luogo dove trovarlo, ecc.).

bing immagini e intelligenza artificiale

Questo significa che ​avere immagini ottimizzate proprietarie sul proprio sito web diverrà con grosse probabilità sempre più importante​ dato che grazie ad esse si avranno sempre maggiori possibilità di comparire nelle ricerche.

AI, Il ruolo nella SEO

Nonostante non sia altrettanto cruciale nel campo SEO, l’​AI sta facendo passi avanti nell’identificare le modifiche necessarie per migliorare un sito web.​ Per ora la sua maggiore applicazione è stata infatti nell’analisi. Ha offerto una migliore panoramica di cosa porterebbe beneficio a qualsiasi sito web in termini di tendenze di mercato, prestazioni nei risultati della ricerca, monitoraggio della concorrenza, ecc.

Ed è solo l’inizio.

Molte imprese hanno infatti già iniziato a produrre programmi che ne fanno uso per perfezionare il marketing online. ​Quindi in futuro, se un sito web vorrà migliorare le proprie prestazioni online,​ ​l’uso di questi software​ ​sarà – con grandi probabilità – sempre più indispensabile.

microsoft e marketing con intelligenza artificiale
Microsoft Dynamics 365

Atro aspetto rilevante è che a questo punto sembra inoltre che l’AI sarà presto disponibile a tutti,​ non solo quindi nelle possibilità delle imprese più grandi.

Contatta Roberto
la prima consulenza web è sempre gratuita!

E che succederà ora?

Con tutti questi cambiamenti nel mondo della SEO, è diventato molto difficile prevedere cosa avverrà in futuro.

La cosa migliore è vivere nel presente e assicurarsi di fare uso delle funzionalità e degli strumenti innovativi oggi a disposizione.​

Un primo passo nella direzione giusta sarebbe quello di fare uso di un programma che analizza questi cambiamenti e si aggiorna con regolarità.

Per le piccole Aziende ad esempio l’algoritmo di ​rankingCoach se la cava molto bene in questo campo, considera infatti gli aggiornamenti dei motori di ricerca e le prestazioni della concorrenza, ​rendendo il marketing online di fatto più semplice per tutti quei soggetti “non tecnici” che intendono comprendere come muovere i loro primi passi.

ranking coach

Si adatta per stare al passo anche con un compito complesso come la comprensione del contesto nelle query di ricerca, fornendo dati corretti necessari per ottenere buoni risultati sui motori di ricerca.

Non è un segreto infatti che ​per rispondere ai criteri dell’intelligenza artificiale nei motori di ricerca, tutto deve essere ottimizzato in base a ciò che essa ritiene rilevante​.

In fine, il campo dell’AI è notevolmente interessante e si evolve costantemente e pare dunque evidente che affinché i siti web restino ottimizzati, i loro proprietari ​devono tenersi aggiornati, usufruendo di queste nuove tecnologie utili ad ottenere nuovi e sempre più ambiti risultati.

Che dire dunque in sintesi di quanto sta accadendo al mondo search? Io un idea me la sono fatta e sono sempre più convinto che quanto menzionato esista per un unico scopo: aiutare gli utenti a trovare ciò che stanno cercando su internet.

Tante aziende stanno applicando l’AI ai propri prodotti per assicurarsi che tutti i siti web possano, in futuro, posizionarsi meglio. Non è infatti un tabù il fatto che, se le prestazioni di un programma come RankBrain dovessero essere usate come metodo principale nel posizionamento dei siti web sui motori di ricerca, chiunque utilizzi già da oggi queste tecnologie potrà certamente avvantaggiarsi facendosi trovare già preparato​ 🙂

Fai marketing ascoltando, non strillando.
Un abbraccio.

 

Tradotto da: Stefano Ukandu, Italian Content Manager, rankingCoach GmbH Scritto da: Josh Fay, Copywriter, rankingCoach GmbH www.rankingcoach.com/it-it

Situata a Colonia, Germania, rankingCoach è un’azienda di software impegnata ad aiutare le piccole imprese a competere con i marchi più grandi. Lo fanno rendendo il marketing online disponibile ad un prezzo accessibile per chiunque ne abbia bisogno. Con le numerose caratteristiche dei suoi vari strumenti, gli utenti hanno tutto il necessario per lanciare una campagna di marketing online di successo. rankingCoach può aiutare tutti i siti web, spaziando dall’innalzamento delle classifiche dei motori di ricerca, fino alla gestione di annunci su una moltitudine di directory diverse. rankingCoach può aiutare qualsiasi sito web.

Scelti per te algoritmicamente

Meta tag description: Ciò che devi conoscere per ottimizzarla in ottica SEO L'intramontabile SEO meta tag description.5, 10, 20 volte: quante volte hai letto quali sono le regole principali della SEO?Se bazzichi ne...
SEO: ecco come usare Google Trends per la tua Keyword Research. Google Trend, lo strumento gratuito che aiuta la tua SEO più di quanto tu possa immaginare.Di certo chi si occupa di SEO o più in generale di ...
Voice Search e SEO: come e perché dovresti ottimizzare il tuo sito per le ricerc... Sì, hai capito bene, oggi parliamo di Voice Search, ovvero di tutte quelle ricerche sui motori di ricerca che vengono effettuate attraverso delle quer...
Come apparire su Google Come apparire su Google? Bella domanda no? Metti che hai un sito web, un blog o che hai appena smesso di ragionare su quale argomenti trattare e sul c...
+16 cose da sapere se vuoi indicizzare un sito come farebbe un SEO Ecco le domande tipiche: Perché il mio sito non è indicizzato su Google? Perché il mio sito non compare nei motori di ricerca?  e ancora... Google non...
SEO copywriting ? +24 dritte REALI per andare ai primi posti Hai iniziato a scrivere i testi per il tuo sito e vorresti vedere le tue pagine posizionate meglio nei risultati di ricerca?Sei un Copywriter alla...

Che mi racconti di bello?